Prestiti cambializzati tra Privati

Prestiti cambializzati tra privatiI prestiti cambializzati tra privati sono una particolare tipologia di finanziamento, rivolta a coloro che necessitano di una somma di denaro, ma che hanno difficoltà ad accedere alle comuni forme di prestito, perché il loro status è di cattivi pagatori. Essere classificati come cattivi pagatori è oggi fin troppo semplici, talvolta la decisione risulta addirittura essere frettolosa da parte dell’istituto di credito. Lo status di cattivo pagatore dovrebbe essere assegnato esclusivamente a coloro che saltano il pagamento di una o più rate o che non hanno possibilità di restituire il denaro ottenuto in prestito e non anche ai clienti che ritardano il pagamento solo di alcuni giorni.

Sfortunatamente molti istituti di credito segnalano oggi come cattivi pagatori anche coloro che non rispettano, seppur per pochi giorni, la scadenza fissata ed in questo modo fanno crescere rapidamente il numero dei clienti con status di cattivo pagatore. Ai cattivi pagatori non è concesso richiedere un finanziamento, limitando di fatto le loro possibilità di fare acquisti ed investimenti, o semplicemente di pagare le spese in sospeso. Fortunatamente esiste una tipologia di finanziamento pensata per questa categoria di clienti: si tratta del prestito cambializzato, disponibile anche nella variante dei prestiti cambializzati tra privati.

Come funzionano i prestiti tra privati

I prestiti cambializzati tra privati prevedono la concessione di un finanziamento, erogato in contemporanea con l’emissione di una o più cambiali, che costituiscono la forma di rimborso del prestito personale. E’ proprio la cambiale a consentire anche ai cattivi pagatori di accedere a questa tipologia di finanziamento, perché la cambiale, che si configura come titolo esecutivo, garantisce una maggior sicurezza di restituzione.

La cambiale, in quanto titolo esecutivo, dà la sicurezza al creditore di ricevere il proprio denaro allo scadere del finanziamento, perché il debitore dovrà obbligatoriamente versare il denaro per non andare incontro a pignoramenti ed ipoteche dei beni personali.

Quando si stipulano dei prestiti cambializzati tra privati si prendono in esame i beni personali del richiedente, beni che potranno essere utilizzati per ripagare la cambiale, nel caso in cui il debitore si rifiutasse o non riuscisse a rispettare la scadenza imposta.

Grazie al prestito cambializzato tra privati non è necessario l’intervento di alcuna banca per stipulare un finanziamento ed il richiedente potrà ottenere la somma necessaria anche se è stato segnalato come protestato, come cattivo pagatore o se non possiede una garanzia reddituale sufficiente per la banca.

Prestiti tra privati convenienti

Un altro vantaggio dei prestiti cambializzati tra privati, oltre alla maggior semplicità di ottenimento, riguarda i costi dello stesso finanziamento: i prestiti bancari sono spesso molto costosi, con tassi di interesse elevati e condizioni di restituzione non favorevoli, mentre i prestiti cambializzati possono offrire tassi di interesse vantaggiosi. Ovviamente bisogna saper scegliere accuratamente fra le opportunità di finanziamento, al fine di trovare il prestito con cambiali migliore per rapporto qualità – prezzo.

Il prestito cambializzato tra privati viene stipulato, di comune accordo, fra due privati. La durata del finanziamento ed il tasso di interesse dovranno essere stabiliti prima di firmare la cambiale, ricordando che l’interesse richiesto dal creditore non potrà essere maggiore di quello fissato dalla legge contro l’usura.

Per stipulare un prestito cambializzato con maggiore facilità è possibile sfruttare alcuni portali online specializzati nell’erogazione di questo tipo di finanziamento. Questi servizi online sono stati progettati per rendere più semplice la comunicazione fra creditore e richiedente e per offrire una sicurezza maggiore ad entrambe le parti in gioco.
Nei prestiti cambializzati tra privati il denaro può essere consegnato a mano, con un bonifico bancario o con un assegno. Al momento della consegna del denaro il richiedente è tenuto a firmare le cambiali, con le quali si impegnerà a restituire tutta la somma ricevuta in prestito, alla quale dovranno essere aggiunti gli interessi pattuiti.

Nella maggior parte dei casi le cambiali hanno una scadenza mensile e la durata complessiva del finanziamento varia sia in base alla somma richiesta, sia in base alle disponibilità economiche del richiedente. E’ possibile comunque stabilire con il creditore una diversa cadenza per la restituzione del denaro.

Il prestito cambializzato viene erogato anche ai cattivi pagatori e a chi non dispone di sufficiente garanzia reddituale perché è la cambiale stessa a dare la garanzia al creditore. Nel caso in cui il richiedente non dovesse rispettare le scadenza imposte, il creditore potrà utilizzare la cambiale come titolo esecutivo e richiedere che vengano pignorati i beni del debitore, dalla vendita dei quali potrà ottenere il denaro necessario al pagamento della rata.