Prestiti con cambiali a protestati autonomi

I prestiti con cambiali a protestati autonomi sono finanziamenti personali rivolti a tutti i lavoratori autonomi che sono stati inseriti nella lista dei protestati per un ritardo nel pagamento di precedenti prestiti.

La possibilità di accedere al finanziamento pur essendo nella lista dei cattivi pagatori è uno dei principali vantaggi dei prestiti con cambiali a protestati autonomi, dal momento che a questa categoria di clienti è offerta una gamma più limitata di strumenti di credito.

Trattandosi di finanziamenti personali, solo i clienti fisici potranno usufruire di questa opzione di credito. Il prestito non è consentito ad aziende ed enti di varia natura.

Per accedere ai prestiti cambializzati a protestati autonomi è necessario dimostrare alla società finanziaria di essere un lavoratore autonomo e di avere una fonte di reddito sufficiente a garantire la capacità di rimborso del denaro ottenuto in prestito.

Come richiedere i prestiti con cambiali a protestati autonomi

Per richiedere un prestito cambializzato è sufficiente rivolgersi ad una delle società di credito che offrono questa tipologia di finanziamento.

La maggior parte delle società finanziarie prevede la possibilità di evadere la richiesta di credito direttamente dai portali ufficiali. La richiesta online ha il vantaggio di essere molto più rapida, ma se il cliente lo preferisce può recarsi di persona in una delle filiali distribuite sul territorio nazionale.

Garanzie e documenti necessari

Al momento della richiesta del finanziamento è necessario presentare le garanzie ed i documenti indispensabili per l’apertura della pratica e per l’approvazione dell’operazione finanziaria.

Per quanto riguarda i documenti è sufficiente mostrare un documento di identità valido ed essere titolari di un conto corrente bancario. Il conto corrente non deve essere stato aperto necessariamente con lo stesso istituto di credito a cui si richiede il prestito.

Per quanto riguarda le garanzie, il cliente deve mostrare alla società di avere una fonte di reddito sicura. In aggiunta è possibile che siano richiesti i documenti di proprietà di beni immobili e mobili e la presenza di un garante.

Per i prestiti con cambiali a protestati autonomi non è richiesta la busta paga: i lavoratori autonomi non dispongono infatti di busta paga e questa è una differenza cardine con i prestiti con cambiali a dipendenti statali.

Restituzione del denaro

La restituzione del denaro, al pari di quanto avviene per gli altri prestiti cambializzati, è basata sul pagamento di cambiali, solitamente con cadenza mensile.

La scadenza delle cambiali, il loro importo ed il loro numero sono dettagli stabiliti al momento della stipula del contratto relativo al prestito. L’importo delle cambiali aumenta all’aumentare della cifra finanziata ed al ridursi della durata complessiva dell’operazione.

Vantaggi delle cambiali

Le cambiali sono uno strumento di credito molto potente ed offrono vantaggi sia alla società finanziaria che al cliente.

Il vantaggio per il cliente è la possibilità di accedere al finanziamento, anche di una cifra considerevole, pur essendo stato inserito nella lista dei cattivi pagatori.

Il vantaggio per la società di credito consiste nella certezza che il denaro venga restituito, da cui la maggiore propensione a concedere i prestiti. La certezza deriva dal potere esecutivo delle cambiali: se il cliente ritarda il pagamento della cambiale mensile, la società finanziaria può, in virtù del valore esecutivo, utilizzare la cambiale per pignorare i beni di cui il cliente è proprietario e venderli all’asta.

Consigli prestiti con cambiali a protestati autonomi

I finanziamenti con cambiali a protestati autonomi sono un ottimo strumento di credito per i clienti cattivi pagatori. Sono varie le società di credito che offrono la possibilità di accedere a questa opzione di finanziamento, è utile dunque valutare con attenzione tutte le offerte per scegliere poi quella che meglio si adatta alle reali necessità individuali.